domenica 11 dicembre 2011

il cavolfiore

oggi, vi voglio parlare di un alimento che non sposa il gusto di tutti, ma per chi lo apprezza è un jolly nella cucina invernale..ottimo al naturale come contorno, si può trasformare in piatti deliziosi dalle morbide vellutate, ad insalata crudo o cotto, ideale in zuppe e minestroni molto apprezzato nella preparazione di sformati, souffle' e gratin. Condito con Olio e pregiate spezie nella pasta o riso.


Il Cavolfiore da sempre ricco  di antiossidanti e di sali minerali come potassio,magnesio, ferro, calcio e Vitamine quali A,D, C e B9...è un ortaggio fonte di preziosi nutrienti.
Non sempre amato, a causa della presenza nel frutto di zolfo, per il cattivo odore emanato durante la cottura..(anche se esistono dei rimedi o consigli per limitarne l'inconveniente) dovrebbe invece essere presente nell'alimentazione dei più piccoli e dei grandi, come preziosa fonte di sostanze benefiche.
Recenti studi hanno dimostrato l'importanza di inserire il cavolfiore nella dieta quotidiana per le sue funzioni terapeutiche e benefiche per l'organismo, è efficace contro le infiammazioni ed i batteri, è depurativo ed aiuta nella prevenzione del cancro e dell'ulcera.
Insomma è un ortaggio che non dovrebbe proprio mancare!! 


Cavolfiore al "naturale":
 800gr.di Cavolfiore
4 cucchiai di olio ex.v.
1 cucchiaio di origano
1 limone non trattato


Eliminate le foglie del cavolfiore ed il torsolo (la parte del fusto più dura) riempite una ciotola e mettetelo in ammollo, dividetelo in 4 parti e successivamente in cimette, scolatelo e mettetelo nella vaporiera (la cottura al vapore mantiene intatte le proprietà nutritive di questo ortaggio).
A cottura ultimata, mettetelo in una ciotola o piatto fondo largo e condite con olio ex.vergine, un pizzico di sale, un cucchiaio di origano ed alcune gocce di limone non trattato.
Servite a tavola ancora tiepido sprigionerà tutto il suo sapore.


Consiglio : se vi piace, potete aggiungere un pizzico di curry, esalterà il suo sapore.