lunedì 2 gennaio 2012

tacchinella ripiena

Per i vostri amici in questi giorni di festa, non dimenticate di portare in tavola un piatto trionfale, scenografico e gustoso. Che sia Natale, Capodanno od una domenica di festa, il tacchino ripieno è il vero protagonista di ogni tavola contornata da amici e parenti...
Questa preparazione mi ricorda molto, le giornate di festa trascorse a casa di mio nonno, 12 bambini radunati intorno alla tavola e con occhi vispi attendevamo  l'arrivo del Tacchino Ripieno e tutti a bocca aperta...pronunciavamo ooohh!
Che bei ricordi, forse è per questo che sono molto affezionata a questo piatto ed anche un'po' gelosa della sua ricetta...la conservo ancora su un foglietto sbiadito oramai, ma ho ben in mente i suoi ingredienti e passaggi...

Tacchinella Ripiena
Cosa occorre:
1 tacchinella pulita e disossata da 4kg
200 g di mollica di pane
100 g di pistacchi sgusciati
100 g di prociutto crudo
100 g di prociutto cotto
100 g di pancetta affumicata a fette
15 castagne lesse
1 mela renetta
1 mazzetto di prezzemolo
5 foglie di salvia
2 uova
2 costole di sedano, il cuore
2 carote
1 limone
2 rametti di rosmarino
2 scalogni piccoli
4-5 prugne per decorare
1 bicchiere di vino bianco
2 dl di brodo caldo vegetale
100 g di burro
sale e pepe a piacere

Lavate bene la tacchinella, asciugatela bene e spolverizzate con del sale internamente che esternamente. Mettete in mixer il prociutto crudo, cotto, i pistacchi, il pane, le uova, 1 mela, il prezzemolo, la salvia e la scorsa del limone grattuggiato.
Al composto ottenuto unite le castagne intere, farcite la tacchinella e cucite l'estremità' con dello spago da cucina, legate bene stretti coscie  e le ali. Arrotolate intorno, all'altezza del petto le fettine di pancetta  sovrapposte ed i due rami di rosmarino, tenete la pancetta e fissatela con dello spago facendola passare intorno al petto.
Mondate e lavate sedano, carota e scalogni e tagliateli finemente, aggiungete in un tegame e soffriggeteli con 3 cucchiai di olio e.v. aggiungendo la tacchinella per 10 minuti.
Una volta dorata, passate la tacchinella al forno caldo 220° per 30 minuti,  rigirandola spesso da un lato all'altro. Bagnate con dei mestoli di brodo caldo vegetale ed 1dl di vino bianco secco, continuate ad irrorare con il fondo di cottura e lasciate cuocere per almemo 2 ore e mezzo.
Aggiungete a metà cottura delle prugne secche senza nocciolo.
Portate in tavola intera , al momento di servire porzionate le cosce, il petto a fettine  e bagnate con il fondo di cottura..

Per i più piccini, ritagliate il ripieno a piccole fette e servite nei piatti con dei pezzi di petto teneri.